Contatti


Di Renzo Editore
Viale Manzoni 59
00185 Roma
Email: newsletter@direnzo.it

E’ morto Mandelbrot, il padre dei frattali

 

Benoit Mandelbrot, il matematico franco-americano che, trent'anni fa, rivoluzionò il mondo della matematica esplorando la nuova classe di profili diventati poi noti col nome di frattali, è morto 2 giorni fa, all'età di 85 anni a Cambridge, Massachusetts.

Lo ha annunciato la famiglia, a sepoltura avvenuta.

La sua pubblicazione "La geometria frattale della natura", comparsa nel 1982, dimostrava che oggetti di forma irregolare, quando non derivanti da cause "patologiche", rappresentavano un riflesso di quello che avviene comunemente in natura.

Questa teoria geometrica poteva, quando sviluppata, misurare i fenomeni naturali attraverso una serie di ripetizioni di profili continuamente ripetuti che, una volta, erano considerati al di fuori della possibilità di misura.

La pubblicazione suscitò, al momento della comparsa, numerosi contrastanti reazioni non tanto per il contenuto quanto per la forma con cui la nuova teoria veniva presentata. Infatti, come divulgatore, Mandelbrot non ha mai rinunciato, nelle sue pubblicazioni, a includere note originali come, ad esempio, l'inserimento di immagini pornografiche per giustificare certe sue affermazioni.

"I frattali sono facili da spiegare; basta pensare a un cavolfiore, che ripete continuamente una specifica forma, in se stesso, a somiglianza del fiore principale", riferisce Catherine Hill, studiosa di statistica al Gustave Roussy Institute. "Il loro profilo si autoriproduce all'infinito, così che ogni ingrandimento di una parte di esso risulta esattamente uguale a quello da cui si è partito".

Il presidente francese Sarcozy ha reso onore alla memoria dello scienziato, definendolo "... una mente potente e originale che non ha mai temuto di percorrere la strada dell'innovazione e dell'abbattimento di idee preconcette. Il suo lavoro, sviluppato interamente al di fuori dei canali ufficiali di ricerca, dimostra che ancora oggi è possibile fare ricerca moderna percorrendo idee del tutto innovative".

Professore emerito dell'Università di Yale, Mandelbrot era nato in Polonia ma da piccolo si trasferì con la famiglia in Francia e, successivamente, negli Stati Uniti. Ha lavorato per lungo tempo all'IBM come ricercatore capo del laboratorio di Yorktown, prima di passare all'insegnamento della matematica nell'Università di Yale.

Fonte: Boston Globe